Latina contro le leucemie e i tumori del sangue - FORUM
20 Maggio 2022, 08:03:28 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie: SMF - Appena installato!
 
  Home Guida Ricerca Accedi Registrati  
  Visualizza messaggi
Pagine: [1]
1  Informazioni / Contatti / Prenotare una visita specialistica ematologica inserito:: 13 Marzo 2011, 11:28:14
E’ possibile prendere un appuntamento per una vista ematologica con noi tramite un contatto diretto utilizzando i recapiti

Ospedale S. Maria Goretti:
Centralino:  07736551
No. diretto dello studio medico Studio Medico: 07736556249 / 07736553813
Cellulare: 3289480266
FAX: 07736556249
e-mail: cimino@bce.uniroma1.it

oppure (specificando sempre ematologia universitaria) tramite:
 -tutti i punti CUP della Provincia di Latina
 
 -al numero verde 803333 del CUP Regionale
 
-Presso le seguenti Farmacie:
     -Cisterna di Latina:
       -Farmacia Comunale, V. Aldo Moro 27, 0696881457
     -Aprilia:
       -Farmacia Quarta Anna, V. Fossignano 78, tel. 0692981012;
       -Farmacia S.Antonio, V. Carroceto 227A,  tel.  0692860167;
     -Sezze:
       -Farmacia Comunale, V. Rocca Gorga 13, tel. 0773889019 / 0773889128
2  Informazioni / Contatti / Ematologia Universitaria Latina inserito:: 13 Marzo 2011, 11:20:31
L’ EMATOLOGIA UNIVERSITARIA è strutturata presso l’Ospedale S. Maria Goretti – Latina.

Oltre il Prof. Giuseppe Cimino, che ne è il Direttore, fanno parte della struttura  il Dott. Sergio Mecarocci, la Dott.ssa Angela Rago, entrambi già specialisti in Ematologia, la Dott.ssa Natalia Cenfra, specializzanda in Ematologia e la Dott.ssa Francesca Fantasia, biologa che lavora presso il laboratorio di Biologia Molecolare, sito presso la Sede della Facoltà di Medicina di Latina.

Presso l’Ospedale S. Maria Goretti è attivo un servizio di visite ambulatoriali, di “Day Hospital” e di “Day Service” per la diagnosi ed il trattamento delle malattie del sangue.

Presso la sede della Facoltà di Medicina è attivo il laboratorio di biologia molecolare per l’esecuzione dei test molecolari necessari alla diagnostica delle malattie del sangue.

Con l’intento di offrire un servizio distribuito sul territorio della provincia abbiamo aperto i seguenti ambulatori:
 -Aprilia, presso la sede della ASL in Via Giustiniano 7, dove è attivo anche un servizio di diagnostica ecografica diretto dal Dott.     Sergio Mecarocci,
 -Cisterna di Latina, presso la sede del Pronto Soccorso e dei poliambulatori;
 -Terracina, presso l’Ospedale “G.Fiorini”.

E' possibile contattarci tramite i seguenti recapiti:
Ospedale S. Maria Goretti:
Centralino:  07736551
No. diretto dello studio medico Studio Medico: 07736556249 / 07736553813
Cellulare: 3289480266
FAX: 07736556249
e-mail: cimino@bce.uniroma1.it

3  Informazioni / Informazioni / DONAZIONI inserito:: 08 Marzo 2011, 13:44:02
E' possibile inviare donazioni per il Progetto Latina Contro le Leucemie e i Tumori del Sangue usando i seguenti IBAN :

ROTARACT CLUB LATINA
IBAN:  IT 67 D 02008 14717 000401427465

ASSOCIAZIONE ALESSANDRO LAGANA'
IBAN:  IT 16 X 03002 14717 000401397871
4  Informazioni / Informazioni / Mieloma multiplo inserito:: 04 Marzo 2011, 13:52:21
Il mieloma multiplo è una tumore del sangue caratterizzato dalla proliferazione nel midollo osseo di cellule mielomatose ( plasmacellule ). Le cellule mielomatose si sviluppano nel midollo osseo grazie anche ad interazioni con le cellule del microambiente, tra cui quelle che distruggono la matrice ossea (osteoclasti). Questo porta ad un indebolimento della struttura ossea e spiega il perché il mieloma multiplo è spesso caratterizzato da dolori anche violenti, a volte dovuti a fratture ossee. Il mieloma multiplo e una malattia dell’anziano, anche se, più raramente è riscontrabile negli adulti. Rarissimo è il suo riscontro nei giovani adulti. Le cellule mielomatose, rarissimamente compaiono nel sangue periferico (leucemia plasmacellulare).
Il mieloma multiplo si associa in modo caratteristico alla comparsa nel sangue di una proteina anomala che può ritrovarsi anche nelle urine (proteinuria di Bence Jones).Questa proteina, che fa parte delle gammaglobuline, è un anticorpo secreto dalle cellule mielomatose che producono anticorpi tutti uguali (gammopatia monoclonale). Questo perché, le cellule mielomatose provengono da una massa tumorale clonale, cioè composte da cellule tutte uguali ad una cellula madre, che dà origine al clone neoplastico. Il mieloma multiplo generalmente è preceduto da una gammopatia monoclonale. Quest’ultima è una condizione relativamente frequente negli anziani che solo rarissimamente evolve in mieloma multiplo e che, quindi il più delle volte va caratterizzata e seguita nel tempo per confermarne la benignità.
Alla diagnosi di mieloma multiplo, oltre ai dolori ossei si possono avere i seguenti sintomi: anemia, insufficienza renale e ipercalcemia. Il trattamento va iniziato solo alla comparsa di uno o più di questi sintomi. Altrimenti, anche in presenza di elevati valori di componenti monoclonale e/o di un alto numero di plasmacellule nel midollo osseo, condizione che viene definita come mieloma multiplo asintomatico ( “smoldering Myeloma”), è opportuno procrastinare l’inizio della terapia e seguire nel tempo il paziente.
La terapia del mieloma, accanto ai chemioterapici ed all’autotrapianto di midollo osseo si è arricchita di nuovi farmaci che agiscono con meccanismi d’azione diversi, tra i quali la talidomide, il bortezomib (VELCADE) e la lenalidomide (REVILIND). Con queste nuove strategie terapeutiche la durata di sopravvivenza è aumentata sino a raggiungere e superare i dieci anni con remissione complete di malattie, una condizione dove si ha la completa scomparsa dei sintomi della malattia. L’unica terapia che consente di guarire il mieloma è il trapianto di midollo osseo allogenico, che va però utilizzato in casi molto selezionati.  
L’ematologia Italiana supportata dal GIMEMA ( Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto) è internazionalmente riconosciuta all’avanguardia nello studio di questa patologia e della sua terapia.
Prendere una decisione circa il trattamento richiede piena conoscenza, informazione accurata, un ragionato pensiero, e coraggio. Una sempre maggiore informazione riduce l’ansia e la paura del paziente e, quindi, lo porta a partecipare attivamente al percorso terapeutico e a prendere le "giuste" decisioni. Il paziente affetto da Mieloma Multiplo, necessita del contemporaneo intervento
di più operatori sanitari nell'assistenza. Una buona comunicazione riduce stress ed incomprensioni, creando condizioni di maggiore armonia e coordinamento anche tra coloro che prestano assistenza.
In tal modo, le persone malate saranno meno "sole" di fronte alla malattia.
Pertanto, qualora aveste necessità di saperne di più sul mieloma multiplo, sulle terapie e loro effetti collaterali contattate il forum o direttamente il Prof. Giuseppe Cimino, Direttore dell’Unità di Ematologia Universitaria di Latina al seguente indirizzo e-mail: cimino@bce.uniroma1.it
5  Informazioni / Incontri Scientifici / [26 Febbraio 2011] Incontro sul mieloma multiplo inserito:: 04 Marzo 2011, 13:49:01
Il 26 Febbraio 2011 si è tenuto a Latina il 2° incontro regionale GIMEMA gruppo laziale sul mieloma multiplo (tumore delle plasmacellule del midollo osseo).
L’incontro è stato organizzato dal Prof. Giuseppe Cimino, direttore dell’Unità di Ematologia Universitaria di Latina, a nome del gruppo laziale del Mieloma Multiplo, e sotto l’egida dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Latina.

L’incontro si è rivolto a tutte le figure mediche coinvolte nella gestione dei pazienti: ematologi, geriatri, nefrologi, ortopedici e medici di medicina generale. Questo perché, grazie all’introduzione di nuove terapie e tecniche diagnostiche è ormai necessario un approccio multidisciplinare al paziente.

Il “meeting” si è posto l’obiettivo di sensibilizzare tutte le figure dei medici coinvolti nella gestione del paziente con mieloma affinché si arrivi ad una diagnosi sempre più rapida e precisa ed ad una terapia efficace non solo nel rispetto dell’appropriatezza delle procedure ma anche nel rispetto dei costi.

 All’incontro hanno partecipato ematologi tra i più esperti del Lazio nel campo del mieloma multiplo. Molto apprezzato è stato anche l’intervento dei colleghi nefrologi, ortopedici, neurologi di medicicina generale e quello del collega delle cure palliative.

Questi interventi hanno reso molto partecipato ed interattivo l’evento e stimolato interessanti discussioni con l’uditorio costituito in gran parte da medici di medicina generale.



Pagine: [1]
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.15 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!